Rassegna Stampa

Ultimi articoli

■ Corriere della Sera - 16/9/2016
   Lusso, la vera moda è ...

■ Milano Finanza - 13/3/2014
   Cacciatori di teste 2.0 ...

■ Repubblica - 31/12/2013
   Cacciatori di teste 2.0 ...

■ Aziendabanca - Dic 2013
   I nuovi professionisti ...

■ Bargiornale - Nov/Dic 2013
   L’industria alla prova ...

■ CorrierEconomia - 28/10/2013
   Acquisizioni - Da Ittierre a ...

■ Zerouno - 25/10/2013
   Value Search: credential check...

■ Espansione - Settembre 2013
   Cerchi lavoro da manager? ...

Tutti gli articoli ►


MF fashion - Venerdì 7 Aprile 2006


FORMAZIONE

Mba sul lusso, Monaco diventa concorrente di Milano e Parigi

Gruppi come Gilmar, Gucci e Burani rivolgono sempre più attenzione ai giovani specializzati in management presso istituti italiani e stranieri. L'università del Principato darà il via a settembre a un master esclusivo. Dedicato a 10 studenti l'anno.

Di Paola Gervasio

Cresce l’attenzione da parte delle università nei confronti di master dedicati al management nel settore lusso. Dopo l’Mba in Luxury brand management dell’Essec di Parigi, istituito nel 1995 il master in fashion, experience & design management della Sda Bocconi, anche l’International university del Principato di Monaco darà il via a settembre al Master of science in Luxury goods and services. Per accedere al corso, della durata di dieci mesi, full-time con stage, è richiesto un diploma di laurea di primo livello oltre alla qualificazione in lingua inglese(Toefl/Ibits).
“Monaco è al centro del lusso, tra Italia e Francia. Una posizione strategica per dare il via a un master dedicato a un settore in crescente richiesta di specializzazioni”, ha spiegato a MFF Boris Porkovich, responsabile dei programmi del master dedicato ogni anno a soli dieci studenti scelti ognuno di nazionalità diversa. “Le aree di studio che saranno affrontate oltre alla gestione d’azienda, marketing, luxury pricing e distribuzione prevedono anche aree innovative, come il lusso in internet”, ha aggiunto Porkovich.
“Sono sicuramente dei master che servono per formare i giovani in maniera adeguata per potersi inserire in maniera strategica e veloce nel mondo del lavoro”, ha detto a MFF Giovanna Brambilla, amministratore delegato di Value Search, “spesso però da questi master escono giovani con un livello di ambizione molto alto che non riescono a soddisfare immediatamente”.
Da parte delle aziende la risposta è altrettanto positiva. Gucci group li seleziona dall’Essec di Parigi, dalla St Martin’s school di Londra e dalla Bocconi di Milano, “a seconda della specializzazione di cui abbiamo bisogno” ha spiegato a MFF Nicoletta Benigni, che si occupa di formazione nel gruppo Gucci.
“Ci capita spesso di arruolare giovani specializzati con questo tipo di master”, ha aggiunto a MFF Giovanni Burani, amministratore delegato di Mariella Burani fashion group. “Arrivano da scuole internazionali come la Bocconi, la loro preparazione è assolutamente valida ed elevata”. Attinge dalla Louis di Roma e dalla Bocconi invece il gruppo Gilmar (Iceberg): “Sono ragazzi giovani e molto preparati”, ha concluso Paolo Gerani, amministratore delegato di Gilmar, “e in più sono pieni di grinta”.